Soluzioni vincenti ed innovative
Prodotti certificati e garantiti
Richiedi un preventivo
Nella pagina CONTATTI

Famiglie prodotto

COSTRUIAMO BELLEZZA IN SICUREZZA

Isolanti Termici
Isolanti Termici

Offriamo una vasta gamma di prodotti isolanti per la coibentazione termica civile ed industriale, soluzioni utilizzate per il risparmio energetico e per la riduzione dell'inquinamento atmosferico

Controsoffitti & Acustica
Controsoffitti & Acustica

Siamo in grado di fornire controsoffittature di tutte le tipologie, oltre rivestimenti e pannellature fonoassorbenti per il miglioramento estetico ed il comfort acustico degli ambienti

Prodotti Protezione Incendio
Prodotti Protezione Incendio

Disponiamo delle più efficaci soluzioni certificate per la realizzazione di barriere passive al fuoco, per la sicurezza incendio degli edifici. Progettazione, fornitura, installazione e certificazione dei prodotti

Realizzazioni con nostri prodotti

PHOTO GALLERY

Rivestimenti e doghe fonoassorbenti
Rivestimenti e doghe fonoassorbenti
PRESSURIZZATORE ZONA FILTRO
PRESSURIZZATORE ZONA FILTRO
CONTROSOFFITTI E RIVESTIMENTI IN LEGNO
CONTROSOFFITTI E RIVESTIMENTI IN LEGNO
INSONORIZZAZIONE SALE REGISTRAZIONE
INSONORIZZAZIONE SALE REGISTRAZIONE

Agenzia Commerciale

Aziende rappresentate

Antonio Guerrasio Srl

Fabbrica italiana leader nella produzione di controsoffittature metalliche, strutture per sistemi a secco, illuminazione e barriere acustiche

Antonio Guerrasio Srl Roccapiemonte (SA)
KM Impianti Srl

Fabbrica italiana leader nella produzione di sistemi per sigillature antincendio e protezione passiva al fuoco

KM Impianti Srl Gessate (MI)
RG2 - Acousystem

Fabbrica italiana leader nella produzione di controsoffittature e rivestimenti fonoassorbenti in legno.

RG2 - Acousystem Lissone (MI)

Aggiornamenti recenti

Rimani aggiornato con noi

Compartimentazioni al fuoco e sigillature antincendio

Compartimentazioni al fuoco e sigillature antincendio sono necessarie in una prescrizione particolare della progettazione di un edificio, sia pubblico che privato, per evitare che in caso d’incendio il fuoco si propaghi tra un ambiente e l’altro.

Sigillatura compartimentazioni
Sigillatura compartimentazioni

Le compartimentazioni incendio sono costituite da pareti, solai o altri elementi strutturali, che debbono garantire in alcune macro aree del fabbricato, la resistenza al fuoco, l’ermeticità ai fumi e la capacità di isolamento termico durante un determinato arco temporale, stabilito da norme di sicurezza standard.

Il problema delle sigillature antincendio emerge quando in cantiere si verifica la necessità di predisporre degli impianti tecnologici che attraversano gli ambienti, (impianti idrici, elettrici di condizionamento ecc). Per questo tipo di applicazioni solitamente è necessario attraversare più compartimenti, perforando le loro componenti (strutturali e non), e purtroppo questa lavorazione indispensabile interrompe la continuità dell’elemento che serve a garantire l’isolamento dell’area.

Per ripristinare le interruzioni causate da forometrie necessarie, ci si avvale di prodotti e sistemi di sigillatura antincendio che, grazie a delle specifiche certificazioni ottenute presso i laboratori di prova preposti, vengono impiegati per ristabilire la continuità di resistenza al fuoco, isolamento termico ed ermeticità ai fumi delle compartimentazioni al fuoco.

Avendo compreso che compartimentazioni al fuoco e sigillature antincendio sono due cose completamente diverse e che le seconde lavorano attraverso i prodotti idonei al ripristino della continuità di protezione al fuoco delle prime. Alcuni di questi prodotti reagiscono con l’aumentare del calore, si espandono ed aumentano la loro volumetria, andando a creare uno schermo protettivo “a tappo”, che garantisce, grazie all’occlusione ottenuta una barriera al fuoco.

Ci sono altre soluzioni poi sempre usate per le sigillature antincendio che si basano sulla reazione di principi chimici che a contatto con la fiamma, assorbono il calore e rilasciano vapore acqueo che abbassa la temperatura superficiale del punto di attraversamento. Altri prodotti poi, che si possono definire “statici”, non reagiscono a contatto con la fiamma o con l’aumentare del calore, ma lavorano solo d’inerzia, come ad esempio alcune malte speciali.

Chiedi maggiori informazioni

Visita il sito KM Impianti

Armaflex isolante termico per linee di refrigerazione

Le linee frigorifere richiedono il miglior isolante termico per l’efficienza energetica degli impianti, ma una precauzione ancora più importante per isolare bene le linee è controllare la condensa e mantenere la temperatura della linea. Il controllo della condensa e dell’umidità è essenziale per l’efficienza termica a lungo termine ed è di vitale importanza per i sistemi refrigerati come i congelatori dei supermercati che devono funzionare alle massime prestazioni, infatti basta una piccola infiltrazione di umidità del 4% in volume per ridurre l’efficacia dell’isolamento del 71%. L’ingresso di acqua nell’isolante rende il suo potere inefficace e se non individuato può provocare gravi al sistema, corrosione o problemi di qualità dell’aria interna, come la crescita di muffe e funghi.

Quindi, quale prodotto utilizzare per isolare in modo sicuro e duraturo le linee refrigeranti ?

Nel mercato esistono una vasta gamma di prodotti isolanti, ma non tutti hanno le stesse caratteristiche e prestazioni. I sistemi di isolamento Armaflex sono sicuramente i più idonei per isolare ogni tipologia di linea: liquidi, aspirazione, tubazioni di acqua refrigerata e refrigerante, refrigeratori e serbatoi di raffreddamento.

LS/ArmaFlex, ad esempio è un materiale in gomma elastomerica a cellule chiuse che possiede un basso grado di permeabilità al vapore acqueo, rappresentando un modo sicuro per impedire all’umidità, e quindi all’accumulo di calore, d’invadere il sistema di tubazioni. Essendo a base di schiuma a cellule chiuse non richiede ulteriore freno al vapore all’interno e la sua durabilità e flessibilità lo rendono molto meno vulnerabile dei materiali fibrosi a forature e lacerazioni che possono compromettere l’efficacia dell’isolante.

Una volta intercettato il miglior isolante termico per le linee di refrigerazione non bisogna tralasciare l’argomento dell’installazione del medesimo, aspetto critico per la prestazione di un impianto.

È fondamentale installare correttamente l’isolamento e utilizzare gli accessori giusti. Le giunture dei giunti isolanti devono essere sigillate con adesivi ArmaFlex. Il peso delle tubazioni può comprime lo spessore dell’isolante in concomitanza delle staffe di supporto e, per evitare fenomeni di condensa locale, bisognerà utilizzare i supporti ARMAFIX a supporto del tubo.

Aiutiamo il progettista a specificare le giuste soluzioni d’isolamento termico all’interno di budget diversi di spesa. I prodotti Armaflex, prodotti sempre privi di fibre, privi di formaldeide e a basso contenuto di COV, che li rende questo materiale un’opzione eccellente per qualsiasi ambiente, anche grazie all’ulteriore protezione MICROBAN® deterrente alla proliferazione di funghi e muffe lungo l’impianto.

Scopri tutta la gamma di prodotti e soluzioni Armaflex con un nostro esperto

La differenza tra isolamento acustico e fonoassorbimento

Nel mondo dell’acustica si creano dei banali equivoci sull’esatta terminologia degli interventi necessari al giusto ripristino del comfort ambientale, e spesso si possono causare sgradevoli incidenti di percorso, quindi è bene fare chiarezza su uno dei punti cruciali e comprendiamo quale è la differenza tra fonoisolamento e fonoassorbimento.

In pratica il fonoisolamento è il potere che ha un materiale d’impedire che il suono lo attraversi, in modo da rappresentare una barriera acustica tra la camera sorgente (ambiente dove viene liberata la pressione sonora) e la camera ricevente (ambiente nel quale viene percepito il rumore).

Il fonoisolamento è detto anche fonoimpedenza o potere fonoimpedente di un materiale, ed in genere si misura in decibel.

Il livello d’isolamento acustico, conseguenza di una interposizione di materiale fonoimpedente tra una sorgente di rumore ed un ambiente, non è uguale a tutte le frequenze, quindi, anche se è vera la regola che un buon materiale fonoimpedente deve avere una massa volumica consistente, è anche vero che ad ogni frequenza da isolare acusticamente dovrebbe corrispondere una densità specifica del materiale da usare come barriera.

Cercando di capire meglio quale è la differenza tra fonoisolamento e fonoassorbimento, prendiamo in considerazione quella che invece è la capacità di uno specifico materiale di non rifrangere il suono che colpisce la sua superficie, al fine che non si creino quei fastidiosi riverberi e frastuoni all’interno di ambienti come uffici, ristoranti, hall, sale conferenze, cinema, teatri, palestre ecc.

Nell’analizzare il fonoassorbimento notiamo che la camera sorgente e la camera ricevente coincidono e che l’obiettivo finale sarà quello di rivestire le superfici con materiali porosi e fibrosi, che intrappolino le onde sonore tra le loro celle o filamenti, in modo che il suono di ritorno sia smorsato e reso al minimo.

La capacità di un materiale di assorbire il suono viene misurata ad ogni frequenza in alfa sabine, detto anche coefficiente di assorbimento acustico, trattasi di un valore compreso tra 0 ed 1, ed indica un valore differenziale, quindi più il valore sarà vicino ad 1 e più la percentuale di assorbimento dell’energia dell’onda acustica sarà alta.

Per maggiori informazioni contatta il nostro Team

Pannelli fonoassorbenti per sale conferenza

Pannelli fonoassorbenti in legno per sale conferenza, con il termine sala conferenza s’intende generalmente un luogo chiuso dove un determinato numero di persone si riuniscono per assistere ad una conferenza o ad un convegno, dove possono intervenire uno o più relatori ed avvalersi di filmati e contenuti musicali per le loro esposizioni. Questi sono i principali motivi per i quali sia in fase di progettazione che in fase di realizzazione bisogna prestare molta attenzione all’acustica nelle sale conferenze.

Congressi e convegni a volte durano intere giornate e chi vi partecipa, spera di essere accolto in un ambiente gradevole, comodo e confortevole,

Le caratteristiche architettoniche delle sale conferenze sono quindi molto importanti; contribuiscono ad un’eccellente realizzazione gli arredamenti, le luci, gli impianti di diffusione del suono e ed il trattamento acustico delle pareti e dei soffitti.

In questi spazi è molto importante che i relatori riescano a mantenere alta l’attenzione dei partecipanti riguardo i contenuti esposti e che il pubblico in sala riesca ad ascoltare bene, in qualsiasi punto della sala ciò che viene verbalmente esposto, senza i disturbi di frastuono e riverbero.

Una soluzione molto efficace e diffusa per correggere l’acustica nelle sale conferenze può essere rappresentata dall’adozione progettuale di pannelli in legno fonoassorbenti che possono essere usati come rivestimenti murali ed anche come controsoffitti.

I pannelli fonoassorbenti per sale conferenza sono in genere in MDF, con rivestimento melamminico, che fornisce un gradevole effetto legno, I pannelli una volta nobilitati vengono lavorati con macchine a controllo numerico che effettuano delle forature e delle fresature sulla loro superficie, in modo che l’onda sonora, emessa dalle diffusioni, subisca, a contatto con le superfici lavorate due importanti mutamenti: risonanza, grazie a dei particolari fori, effettuati sul retro dei pannelli, sul principio dei risonatori di Helmoltz, che amplificano il suono garantendone l’omogenea diffusione in tutto l’ambiente; fonoassorbimento, grazie al tessuto non tessuto applicato sul retro dei pannelli, che cattura nelle sue fibre l’onda sonora, impedendo il crearsi di fastidiosi riverberi.

Chiedi maggiori info

Visita il sito Acousystem